Warning: mysqli_real_connect(): (HY000/2000): mysqlnd cannot connect to MySQL 4.1+ using the old insecure authentication. Please use an administration tool to reset your password with the command SET PASSWORD = PASSWORD('your_existing_password'). This will store a new, and more secure, hash value in mysql.user. If this user is used in other scripts executed by PHP 5.2 or earlier you might need to remove the old-passwords flag from your my.cnf file in /web/htdocs/www.sergionazzaro.com/home/wp-includes/wp-db.php on line 1612

Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in /web/htdocs/www.sergionazzaro.com/home/wp-includes/wp-db.php on line 1643
D di Repubblica: Dubai sopra le nuvole e i motori

D di Repubblica: Dubai sopra le nuvole e i motori

dubai-clouds

L’aereo partirà con ritardo. La nebbia è fitta e la visibilità ridotta quasi a zero. Non è Milano o Francoforte. E’ Dubai. La sorpresa è la stessa di quando da ragazzini ci spiegavano che nel deserto, di notte, si battono i denti dal freddo. Regole della natura. Il passaggio delle stagioni, a Dubai, si misurano con la nebbia. Foschia a voler essere buoni. L’estate cede il passo all’autunno con la presenza della nebbia la mattina presto. Lo stesso fa l’inverno con la primavera. Nel deserto, c’è la possibilità, di non poter vedere un metro più in là. Ma ci sono anche le tempeste di sabbia, la foschia del calore dei 50 gradi diurni. Tutti elementi che mettono a riposo l’idea del deserto insonne e immobile. Soprattutto quando nel deserto medesimo sta nascendo la metropoli del futuro. E nelle ore della notte, solitamente tra le 3 e le 4 del mattino, quando comincia a infittirsi la nebbia che Dubai svela uno dei suoi lati più nascosti e fascinosi. Va in scena la replica di Fast and Furious, alla sua ennesima potenza. I giovani broker finanziari si danno appuntamento sulla Sheikh Zayed Road: un’autostrada a sei corsie piantata nel centro città. La parte del leone la fanno i broker del DME (Dubai Merchantile Exchange): tanto per capirsi è dove si fa il prezzo del petrolio nel Medio Oriente: Lamborghini, Ferrari, Porsche, le Bugatti Veyron e le Maybach si sfidano a colpi di acceleratore. Assolutamente proibito. Ma non preoccupano le multe. Con la nebbia le telecamere non funzionano bene. L’Alta Finanza si sfida sul nastro di asfalto che divide in due Dubai. La posta in palio? Quasi ridicolo scriverlo: chi perde paga l’ultimo giro di bevute. Sembra una leggenda urbana, forse lo è. Steven, inglese, broker me lo riassume così: “ Abbiamo più soldi di quanto possiamo spendere, qui gli stipendi sono altissimi. Vivi in ufficio o nei club. Fa troppo caldo. Correre con la macchina, almeno c’è un poco di vento che ti arriva in faccia!”. L’aereo partirà anche in ritardo, ma le supercar di Dubai arrivano puntuali. Anche se qualche volta, ai bordi della strada si trovano stemmi di macchine costosissime come se fossero stati buttai via. E li si possono comprare nei souq a prezzi ottimi.

D di Repubblica 6 settembre 2008

Per approfondire leggi anche Dubai Confidential, i segreti della città del lusso e guarda il fotoreportage qui.