“Iamm’ compà, mettimi una bella strage, su forza”. Tonino&Peppino, sfoderano le loro 7,65 millimetri (una pellicola assai resistente) e cominciano a sparare nel mucchio. “Ma nooo, questi sono gialli. Stiamo girando un Nuar, ecchecazz’ me ne faccio di una strage gialla?”.

Pasquale nelle insolite vesti di regista occulto e maligno, che inciucia dietro le quinte (ma senza la Carfagna, impegnata sul set 007 Servizietti Segreti) alza le mani sconsolato: “Compà i neri non si fidano più quando gli diciamo vieni qua che non ti succede niente Gli abbiamo promesso anchele collanine, ma nient’.”

“Allora prendetemi qualche indianopakistanotibetano un poco scuro e ricominciamo”. La sala di regia si affolla, dopo aver cestinato AgroDoccie, la Triade si è messa in cabina di regia dell’Italica Produzion, attraverso la compartecipata Che Vita ’Emmerd’ per dare la vera immagine del paese.

“Sbrigatevi con la strage, e portatemi un intellettuale che ci offende, mi raccomando eh, triste e sconsolato, e ommemerd’!. Uee senza esagerare. Poi lo gambizzate. Allora la strage ci sta, l’intellettuale chiacchierone pure, allora mancano i guardi”.

Tonino&Peppino si guardano sconsolati: “Ma li dobbiamo proprio prendere veri?”

“Stai scherzando? Finiti, non vedi come sparano bene i casalesi con il lampeggiante in testa? Poi mi servono politici, chi dice un cazzo, e un altro che contraddice, come? Ce li stanno mettendo in galera i nostri? Azz’ ma non si può lavorare in Italia, poi c’è la disoccupazione. Che ne so prendiamo un prete allora, mi arraccomando, compari questa è la volta che andiamo all’oscàr!”

Tonino&Peppino nelle vesti di montato ridi trame oscurantiste rimettono mano alla sceneggiatura: “Ci aggiungiamo un pizzico di ultrà sul treno emigrante, la rivolta degli irregolari, e la monnezza come vecchia stella evergriin”.

“Mi mancano le dichiarazioni di guerra! Questo mica è uno sceneggiato, qui si fa arte. Come Berlusconi vuole che prendiamo qualche velina perché non possono stare più su strada? Vabbuò fatele stendere!”. Silenzio, ciak, si gambizza, scusatemi si gira: “San Gennaro e il miracolo della pioggia di strunzate, mentre una Folgore illumina il Sud in un posto di merda”.

And the winner is……