Warning: mysqli_real_connect(): (HY000/2000): mysqlnd cannot connect to MySQL 4.1+ using the old insecure authentication. Please use an administration tool to reset your password with the command SET PASSWORD = PASSWORD('your_existing_password'). This will store a new, and more secure, hash value in mysql.user. If this user is used in other scripts executed by PHP 5.2 or earlier you might need to remove the old-passwords flag from your my.cnf file in /web/htdocs/www.sergionazzaro.com/home/wp-includes/wp-db.php on line 1612

Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in /web/htdocs/www.sergionazzaro.com/home/wp-includes/wp-db.php on line 1643
Triade: la Striscia di Ga(r)za - Sergio Nazzaro, giornalista e scrittore.

sniffando…

“La monnezza, questa è soluzione, anderstend mister president? Io mando a te tutti sacchetti qua e tu ci fai un muro chiù grosso e chiù alto che appena provano a passare sprofondano come nelle sabbie mobili. A loro ci piace mettere le bombe? E noi ce ne mettiamo una di bombe ecologica che pesa un milione di tonnellate, così se la sfreculiano un poco. Che si Hamassassero da soli. E voi risparmiate pure con le spese militari. Per chiudere in bellezza, poi, ai bambini palestinesi gli diamo il fango dell’ACNA scavato a Pianura, che ci fanno i kamikaze di pongo”. Pasquale si guarda per bene Ehud Olmert. La battuta di caccia con gli UZI di ordinanza all’arabo assassino e palestinese, filocomunista quasi laico ma pur sempre musulmano, sta andando tutta a favore del napoletano. “Vedi Omlet, io sono incazzato come il marchese del Grillo, e tu ci stai simpatico come Visco quando ci vuole fottere i cioccolatini che abbiamo messo da parte con tanti sacrifici, anyway bisness is bisness. Stiamo mandando Peppino al Cairo a controllare lo scarico delle navi con i medicinali scaduti, che gli egiziani si vendono ai fratelli arabi e palestinesi. Cosi si fottono pure tra loro!”

“Tu piace striscia?”, Tonino stende una lunga linea bianca sul tavolo, Khaled Mashaal tira. “Vedi, questa è la striscia della pace, altro che quello che dice Giorgi Bush. Ora se tu mi fai un prezzo buono, mi serve buttare giù qualche palazzo a Napoli, bersagli facili, solitamente sta scritto “questura” ncopp’ ‘o palazz’. E noi ti diamo quello che ti serve per sopravvivere contro a questi usurai strozzini che tieni per vicini. Rimember che solo noi vi abbiamo difesi quando avete preso l’Achille Lauro, che, non per dire, era proprio cosa nostra quella nave. Nau, tu mandi qualcuno dei tuoi a Napoli e noi ti mandiamo scarpe Nike, sigarette, magliette attillate così fate sta cazz’ è rivoluzione vestiti un poco meglio. Sempre con quella cazz’ di sciarpa bianc e ner’, ma fossi iuventino?”.

Intanto Peppino si è perso sulla via per il Cairo e precisamente sulla via di Damasco. Fermo a guardare il mare che gli ricorda Napoli, pensa che alla fine nessuno c’ha mai capito niente tra questi qua che si sparano addosso. Ma l’idea ci sta tutta, domani si apre la striscia di Pianura, fino ad Aversa, su su fino a Mondragone. Tanto i morti di fame ci stanno pure là, e se ci danno un fine settimana con le mani libere ci alziamo anche un cazzo di muro abusivo così lungo che la muraglia cinese in confronto ci sembrerà un casello dell’autostrada.