Lorenzo Bevilacqua è uno studente di ingegneria informatica di Trieste. Ha sviluppato un programma per l’Iphone, il celebre telefono della Apple. Perché mi colpisce questa storia?

Presto detto. Il giovane studente è un pendolare. Si mette al lavoro e crea un programma di consultazione oraria dei treni per l’Iphone. Lo invia a Cupertino, California, Stati Uniti, e dopo tre giorno gli rispondono: lo mettiamo in vendita. Lorenzo prova a contattare anche Trenitalia per sviluppare l’idea. Nessuna risposta. Nulla di cui meravigliarsi. E invece si. È mai possibile che si possa scrivere, inviare un’idea dall’altra parte del pianeta terra e avere una risposta e non averla in casa propria? Bevilacqua, guadagnando negli Stati Uniti, ha aperto anche una sua posizione fiscale proprio negli Stati Uniti. Più persone acquisteranno il programma ( lo stanno già facendo, perché forse il programma è utile in un paese di pendolari!) più Lorenzo guadagnerà. Forse, dopo, chissà, risponderà anche Trenitalia. Piccola storia che ci fa vedere come i giovani, la ricerca, l’innovazione, piccole idee, nel nostro Paese non hanno nessuna possibilità di sviluppo. Siamo alle solite, e alle solite sale l’indignazione e alle solite lo si scrive per non diventare preda dell’ignavia del Paese. Così non si combatte la crisi, così non si può intravedere il futuro. Proprio no. In compenso Mastella è candidato alle Europee. Ancora una volta, come sempre. Berlusconi dovrebbe essere un manager, uno sviluppatore di aziende. Perché non candida un giovane laureato in scienze internazionali, appassionato veramente di Europa? Niet. Così tutti a fare baccano per il terrorista Battisti, e poi nessun italiano in aula europea a votare la mozione. Ops, c’è un problema con i giovedì, i voli low cost, la settimana politica è più breve della settimana del lavoratore. Cosa può fare mai in Europa Mastella? Quante lingue parla? Ma si sa lo stipendio è alto, nessun ricambio generazionale e chi fa politica di andare a lavorare proprio non ha voglia. Ho le aziende scelgono solo i migliori, non i politici. Così Berlusconi candida Mastella, si accorge che la crisi è grave e nessuno risponde a Lorenzo Bevilacqua. Quanta crisi deve arrivare perché la casta dei politici la finisca di andare in auto blu, gonfiarsi le tasche di stipendi altissimi e ignorare i giovani che non avranno mai uno spazio proprio? Facile populismo? Può darsi, ma la verità ha questo piccolo difetto.